Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa completa. Cliccando su OK acconsenti al loro utilizzo.

Agenda

Con Carrara al raduno nella Nazionale Under 18, Marulli e Locatelli ancora inutilizzabili e un altro paio di acciaccate, il Fassi Albino stringe i denti e facendo quadrato ottiene un successo fondamentale in ottica salvezza. Vorlova sugli scudi ma tutte si fanno trovare pronte alla chiamata!

Con Carrara al raduno nella Nazionale Under 18, Marulli e Locatelli ancora inutilizzabili e un altro paio di acciaccate, il Fassi Albino stringe i denti e facendo quadrato ottiene un successo fondamentale in ottica salvezza. Vorlova sugli scudi ma tutte si fanno trovare pronte alla chiamata!

TerryDifMuggiaAnd

Divisione Nazionale A2
6^ giornata - girone G - poule salvezza

FASSI ALBINO - INTERCLUB MUGGIA
68 - 55
(18-6, 15-16, 16-20, 19-13)

Edelweiss: Sozzi, Celeri, Racchetti 7, Locatelli ne, Vincenzi 4, Fumagalli 9, Scarsi 6, Isacchi 6, Devicenzi 6, Lussana 5, Vorlova 25, Marulli ne
All. Lombardi N.

Muggia: Masic 20, Castelletto 4, Capolicchio 12, Pregarc ne, Puzzer ne, Zizola 6, Richter, Policastro A. 5, Rosin 6, Mezgec 2
All. Trani M.

Arbitri: Ciregna e Zanotti

Note: nessuna giocatrice uscita per 5 falli; Falli Albino 21; Falli Muggia 22; TL Albino 14/18; TL Muggia 9/21; T3 Albino 2 (Fumagalli 2); T3 Muggia 4

Statistiche complete: clicca qui per visualizzarle sul sito LBF

Prossimo impegno: Sabato 14 Marzo 2015 alle ore 16.00 si gioca vs Basket San Salvatore Selargius @ Struttura Geodetica, viale Vienna, Selargius (Ca)

Dopo una settimana di preparazione davvero complicata, il Fassi Albino ottiene un risultato fondamentale per la corsa alla salvezza vincendo sul proprio campo contro una mai arrendevole Interclub Muggia. Coach Lombardi deve ancora fare a meno di Marulli e capitan Locatelli, entrambe sulla piena via di recupero ma tutt'ora purtroppo inutilizzabili, oltre che della Nazionale Under 18 Alice Carrara impegnata in un quantomeno discutibile doppio stage che la terrà lontana dalla Val Seriana in piena stagione agonistica per ben 6 giorni consecutivi. Celeri e Scarsi sono della partita nonostante qualche acciacco riscontrato ad inizio settimana. Terminato il bollettino di "guerra" e, come sempre, senza voler mettere sul piatto alibi che fanno parte in un certo senso anche dello sport e di un'attività stagionale lunga dieci mesi, c'è un match vitale da disputare e bisogna metterci tutte qualcosa in più per poter guadagnare altri 2 punti in classifica e soprattutto lasciare tutta la pressione addosso alle "mule" giuliane del Querciambiente.

Quintetto piccolo, o come va di moda ora "small ball", per le biancorosse che vogliono imporre da subito un ritmo alto ed intensità difensiva al match: la valchiria di Louny, Tereza Vorlova, ne mette 8 in un amen correndo da ferro a ferro contro la più lenta Zizola sulle preziose palle rubate delle esterne seriane, il parziale di 18-6 è anzi fin troppo stretto per quanto sprecato nelle conclusioni in contropiede e dentro al pitturato. Muggia trova dopo un paio di minuti la tripla "cavatappo" con Capolicchio ma affidandosi a situazioni troppo statiche dal palleggio non sfrutta la maggior fisicità "rubando" solo un canestro su penetrazione con la croata Masic.

Nella seconda frazione di gioco le ospiti provano a cambiare il ritmo del match con una press tutto campo rientrando sistematicamente a zona 2-3, il Fassi mantiene la lucidità per le prime tre-quattro azioni, anche grazie al buon impatto di "Big" Vincenzi, salvo poi perdersi nella metà campo difensiva con ingenuità che portano le ospiti a prendere coraggio per tentare il colpaccio. Vorlova tocca quota 14 in circa 13' di utilizzo ma sono due "zingarate" della scugnizza d'adozione Ele Isacchi insieme alla seconda tripla di serata di Laura Fumabomber a chiudere l'emorragia di canestri concessi alla coppia Masic-Capolicchio. Negli spogliatoi si rientra quindi sul 33-22 ma con la netta sensazione che c'è ancora molto da mettere sul campo per guadagnarsi questa doppiavù!

Inizia il terzo periodo e la musica cambia poco: Muggia mischia le difese lasciando molta iniziativa e spazio a Locatelli e compagne, incapaci però di trovare quelle due o tre realizzazioni consecutive per spaccare la partita, la sola valchiria Terry continua ad imbucare con la regolarità del miglior Tiger Woods portando il bottino personale a 20 punti. Capolicchio e Masic sono però oggi dure a morire, l'and-one di Zizola suona la carica delle triestine e la latitanza difensiva delle locali diventa follia quando una manciata di contropiedi praticamente solo da convertire in 2 punti si trasforma in errori gratuiti che servono sul piatto il contro-break alle neroblu di coach Trani. A 10' dal termine il Fassi sente il fiato sul collo: 49-42!

Ma è proprio nei momenti di estrema di difficoltà che il grande gruppo si compatta e trova risorse ed energie nella sua più ampia espressione di squadra, così succede che, mentre il malcapitato speaker continua ad inciampare sulla pronuncia dell'incolpevole Mezgec, la "lepre di Cremona" Benny Racchetti e "GiuGiu" Vincenzi confezionano tre appoggi provvidenziali al tabellone contro la fastidiosa 3-2 ospite. Alla danza "anti-zona" partecipa anche Bubu Scarsi con un bel "volteggio" dal mezz'angolo che s'infila preciso preciso nella retina ospite obbligando al time-out coach Trani. Policastro, oggi tenuta ai minimi termini dalla nostra difesa, è l'ultima ad arrendersi ma la sua tripla resta solo un fuoco di paglia perchè al ritorno della difesa a uomo Vorlova va a nozze regalandosi il 23esimo e 25esimo punto mettendo la parola fine alla contesa! Alla sirena il tabellone luminoso del Palasport di Alzano segna un ottimo 68-55, molto rassicurante anche in caso di ricorso ad un'eventuale differenza canestri.

Brave le biancorosse di coach Lombardi, estremamente soddisfatto per l'approccio e la capacità di saper soffrire di squadra, trovando ancora affidabilità dalle giovani (ottima Lussana e più che utile Vincenzi) insieme alla verve nel 4° periodo di una molto positiva Sozzi ed al ormai noto feeling col canestro di Vorlova. Importante in generale che ciascuna giocatrice abbia dato il suo contributo (solita difesa "operaia" di Devicenzi, stavolta su Masic), segno di una mentalità in costante crescita nonostante le difficoltà riscontrate di settimana in settimana. Per affrontare la difficile trasferta sarda, la terza stagionale, del prossimo weekend non potevamo proprio chiedere di meglio! Selargius we are coming...

 

Contatti

    • Via Andrea d'Albino 1, 24021 Albino (BG)
    • info@edelweissfassialbino.it - ufficiostampa@edelweissfassialbino.it

 

facebook  FACEBOOK

 

instagram  INSTAGRAM

 

twitter  TWITTER

 

youtube  YOUTUBE

AcyMailing Module

Se vuoi ricevere la nostra newsletter, iscriviti ora!

Ororosa

  • IL PROGETTO

    SENIOR
  • Serie B Regionale Don Colleoni Trescore
  • Promozione Casigasa Parre

    JUNIOR (giovanili)
  • Under 18 élite Edelweiss Albino
  • Under 18 regionale Excelsior
  • Under 16 élite Excelsior
  • Under 16 regionale Excelsior
  • Under 16 regionale Almenno San Bartolomeo

Collaborazioni

  • Basket Vertova
  • Basket Albano S.A.
  • Basket Martinengo
  • Seriana Basket

Web Radio

Ororosa